Giuramento dei Guardiani: Arriva il fantomatico sesto colore

magic2bthe2bgathering2b-2bgiuramento2bdei2bguardiani2b-2bpre2brelease2b162bgennaio2b2015

Apriamo il 2016 di Magic the Gathering parlando della nuova espansione che chiude definitivamente il “Blocco Battaglia di Zendikar”. Possiamo dire che la metamorfosi sta avvenendo: perchè, se Giuramento dei Guardiani sarà un successo, potrà modificare il gioco per come lo conosciamo… Giuramento dei Guardiani sarà pubblicata ufficialmente il 22 Gennaio 2016, mentre il Pre Release ci sarà il 16 e il 17 Gennaio 2016 (che sarà giocato in modalità “Two-Headed Giant”). Il set è composto da 186 carte, con simbolo la sovrapposizione stilizzata della nidiata di Kozilek e di un Edro. Delle meccaniche e abilità mostrate in Battaglia per Zendikar, vengono riprese: “Terraferma“,  “Vacuità” e il Tribal Alleati e in un certo senso anche il Tribal Eldrazi: infatti arriva la nidiata di Kozilek a minacciare Zendikar.

Vengono anche inserite le seguenti nuove abilità e meccaniche:

Mana Incolore e le Distese: tutte le carte appartenenti alla Nidiata di Kozilek sono segnate da un nuovo simbolo di mana incolore (che ricorda un rombo). Questo nuovo simbolo rappresenta il mana incolore, tuttavia è differente dal classico mana generico. Ogni magia che possiede il nuovo simbolo incolore  viene lanciata solamente con quel tipo di mana incolore (e non dal mana generico classico). Stesso discorso vale per attivare le abilità che richiedono il nuovo simbolo di mana incolore.

– Ondata (Surge): “Ondata COSTO DI MANA (Puoi lanciare questa magia per il suo costo di ondata se tu o un compagno di squadra avete lanciato un’altra magia in questo turno)”. Questa è la prima abilità di Magic che apre le porte al gioco di squadra a più giocatori.          – Soccorri (Support): “Soccorri N (Scegli fino a N creature bersaglio. Metti un segnalini +1/+1 si di esse”. Questa abilità è stata inserita in molte magie dell’espansione. Semplicemente potenzierete il vostro esercito di creature: questa abilità è specialmente abusata su creature alleate e  può sicuramente tornarvi comoda, specialmente in draft e sealed potenziando le vostre creature o quelle del vostro compagno (nel caso del sealed 2HG);

Coorte (Cohort): “Coorte – [T]; TAPpa un Alleato STAPpato che controlli: effetto”. Terza abilità/meccanica dedicata al Tribal Alleati. Questa volta ha effetti differenti che varia da creatura in creatura, è interessante ma credo molto lenta forse solo attuabile nel sealed e forse un po’ nel draft ma la escludo dai formati costruiti, forse qualcuna di loro avrà la fortuna di entrare in Commander.

– Planeswalkers Forming a Team: questa nuova terminologia/slang è stata ideata dagli autori dell’espansione: indica tutte quelle nuove meccaniche e magie che interagiscono con i Planeswalker stessi. Giuramento dei Guardiani darà la spinta definitiva per l’archetipo del deck “Mono Planeswalker“, un esempio sono gli stessi incantesimi leggendari chiamati “Giuramenti”, di cui ve ne è presente uno per planeswalker.

oath2bof2bthe2bgatewatch2b-2bgiuramento2bdei2bguardiani

Il background dell’edizione riparte dai fatti di Battaglia per Zendikar. Le schiere degli Eldrazi di Ulamog e Kozilek stanno devastando il piano di Zendikar. La guerra sembra ormai persa, ma i Planeswalker Nissa, Gideon, Chandra e Jace uniscono le forze per fronteggiare la rivolta: i quattro decidono di diventare i Guardiani: una squadra che ha come compito quello di proteggere l’intero Multiverso: questa nuova unione sembra avere la soluzione definitiva per salvare l’intero piano e far nascere una Nuova Zendikar: diciamo che almeno questa volta il piano è salvo e non si ha una pesante sconfitta da parte dei buoni come apparì su Mirrodin che diventò la nuova casa degli eserciti Phyrexiani.

Giuramento dei Guardiani mi fa una buona impressione, sembra essere una espansione su cui gli autori si sono sforzati di più rispetto a Battaglia di Zendikar: ci sono carte singole più incise e c’è stato un maggior sforzo degli autori nella realizzazione dell’edizione: anche se avrei pensato che forse la terra distesa doveva essere inserita nel blocco base, in Battaglia di Zendikar e non nella sua espansione, forse sarebbe stata più incisiva sia nella creazione delle carte perchè avevano più spazio sia per permettere ai giocatori di adeguarsi meglio a questo nuovo fantomatico “sesto” colore: tale tematica non è rara ai giocatori di Magic che come me sono veterani ed io ad es. calco le terre di Shandalar e Dominaria ormai dalla edizione Tempest quindi di avvenimenti ne ho visti e come…

Notiamo quell’impegno che abbiamo visto in Magic Origins. Facciamo un po’ di storia però sull’idea del “sesto colore”. Nel 1997 gli autori si chiesero se fosse il caso d’inserire un sesto colore. Da un lato ci fu l’idea di movimentare Magic ideando nuove tematiche, da un lato si ebbe paura di stravolgere l’intero gioco. Nello stesso anno, nel numero 22 di InQuest, uscirono delle rumors su ipotetico colore viola. Vennero mostrato ben quattro prototipi di carte (una terra base, chiamata “Portal”, forse per gli avventimenti su Rath e di un ipotetico portale per viaggiare su Dominaria da parte dei Phyrexiani (credo), una creatura leggendaria, un istantaneo e una creatura).

Il discorso venne abbandonato, ma nel 2005 tornò in auge durante la progettazione di Caos Dimensionale: in questo set in cui tutto era stravolto forse l’idea di un nuovo colore, appunto il viola credo ci stava bene: poteva nascere il sesto colore viola. Nelle bozze della R&D venne ideata una versione viola di “Risucchia Potere”, inoltre si ipotizzò di inserire come Terre Base una Grotta o una Città. L’idea venne abbandonata per non appesantire troppo l’edizione e per non stravolgere totalmente il gioco. Alla luce di questi fatti, il nuovo Mana Incolore guadagna più valore! Se ci ragioniamo: possiamo vedere che gli autori hanno ripreso il concetto del sesto colore, ma lo hanno adattato a qualcosa che è sempre esistito nel mondo il Magic: rivalutando il Mana Incolore si possono creare nuove tematiche, ma non si va a stravolgere oltre vent’anni di gioco: insomma è davvero una strategia bella e innovativa. Bisogna solo capire se verrà mentenuta e riproposta nei set successivi. Ma ciò lo si potrà capire anche se avrà successo tra i giocatori o se essi storceranno il naso su questa cosa… Staremo a vedere… Spero di non sbagliarmi

Faccio un elogio anche alla scelta di dedicare il Pre-Release al Two-Headed Giant. Spero davvero che tutto ciò apra la porta a nuove concrete competizioni, in modo che si possano stimolare sempre di più i giocatori stessi; questo perchè con una abilità come “Ondata” che spero venga ripresa anche in set successivi possiamo avere lo stimolo di creare nuovi mazzi più basati verso il gioco multi-giocatore che non sul singolo come è sempre stato.

Potete vedere lo spoiler delle carte e notizie aggiuntive su di esse su questo sito che ringrazio per la sua meticolosa accortezza nello studio di carta per carta:  http://giocomagazzino.blogspot.it/2016/01/magic-giuramento-dei-guardiani.html#sthash.Iy66KiAf.dpuf

Annunci