Shadowmoor

“Il mondo di Landa Tenebrosa presenta un’innaturale somiglianza con il soleggiato Lorwyn… ma per colpa della magia della Luminaria, molti dei suoi abitanti pensano che Landa Tenebrosa sia l’unico mondo mai esistito. Brigida e Maralen, due dei pochissimi sopravvissuti alla Luminaria con la memoria intatta, si trovano nella posizione unica di poter riflettere sul cambiamento. Brigid riconosce la città di Kinscaer, anche se la conosceva con un altro nome. Maralen riconosce parte della geografia della Foresta Foglia Secca, ma non è più il luogo che lei ricorda. La pazza gigantessa Rosheen dei Vaneggiamenti è stata una dei pochi a predire la Grande Luminaria, ma nessuno riusciva a capire i suoi vaneggiamenti abbastanza da prestarle attenzione.

La semioscurità permanente di Landa Tenebrosa ha fatto emergere un nuovo aspetto funesto nelle razze. I boggart, prima furfantelli maliziosi, sono diventati selvaggi criminali. La rustica superstizione del popolo kithkin si è trasformata in una sospettosa xenofobia. Gli igniferi hanno perso la propria fiamma, diventando un’immagine amara e cinerea della loro forma precedente. I giganti sono diventati bruti inconsapevoli e animaleschi.

I merrow, un tempo commercianti dalla lingua sciolta dei canali fluviali, sono adesso tagliagole bramosi di ricchezze. I silvantropi di Landa Tenebrosa adesso sono vecchi, fragili e amareggiati… e non c’è da stupirsi, visto che le loro foglie sono sparite e sembra proprio che non cresca alcun virgulto. Gli elfi, una volta predatori tirannici, hanno acquisito il ruolo di difensori della luce; essendo il loro predominio dimenticato, ora lavorano con umiltà per preservare ciò che rimane di bello in questo mondo invaso dalle ombre.

A causa di tutti questi cambiamenti, l’identità tribale non è più la caratteristica predominante delle creature del piano. Inoltre, esseri ancora più strani di quelle tribù sono in agguato nell’oscurità di Landa Tenebrosa. E uno degli elementi più significativi del piano potrebbe essere una razza che praticamente non è cambiata: gli spiritelli.”

Wilt Leaf Liege

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...